POLONIA

HEOOS.it






















 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 










POLONIA - ITALIA (3-3)

Come titolo prendiamo in prestito una ipotetica partita amichevole di calcio europeo finita, dopo un gran bel gioco da ambo le nazionali (ben 6 -seppur ipotetici- goals) in, felice per tutti, perfetta paritÓ. Meno scherzosamente, specifichiamo che queste pagine non intendono avere, ovviamente, nessuna valenza didattica. Sono messe online solo per permettere a noi italiani che abbiamo conosciuto nuovi amici che partecipano alle chat o ad es. usano ICQ scrivendo dalla Polonia, quindi sforzandosi di farlo nella nostra lingua, di poter scrivere a nostra volta qualche parola o semplice frase nella lingua 'polish', nell'intento di fare cosa affettuosa verso i nostri nuovi netfriends polacchi. La lingua della 'Poland' Ŕ molto difficile per noi italiani, o almeno lo Ŕ nella misura in cui ci approcciamo ad un idioma che non utilizza un alfabeto comune al nostro. Le lettere della lingua polacca non sono infatti 21 come da noi, non 26 come in quelle anglofone ma ben 34, ci sono quindi dei caratteri in pi¨ rispetto alla nostra lingua, e la pronuncia di questi cambia anche a secondo di come sono abbinati. Alcuni caratteri dell'alfabeto polacco sono la ś, ć, ł, ż, ˇ, ą etc. Ad es. se noi leggiamo il nome di un nostro interlocutore in chat, che si firma Małgorzata possiamo pensare all'orzata da bere, o al Malgor quale il nome di una medicina da assumere quando ti fa (molto!) male la 'gor' ;-) ...in realtÓ si pronuncia, inspiegabilmente per noi, Maurosgiada, e continua a non aver nessun collegamento con gli italiani nomi propri: maschile 'Mauro' nÚ con quello femminile 'Giada', Ŕ semplicemente l'equivalente del nome di battesimo di una mia zia paterna ( 'Margherita' n.d.r.).

Giusto per curiositÓ, questo Ŕ l'alfabeto completo:

Lettere maiuscole
A, Ą, B, C, Ć, D, E, Ę, F, G, H, I, J, K, L, Ł, M, N, Đ, O, P, R, S, Ś, T, U, V, Ë, W, X, Y, Z, Ż, Ź.

Lettere minuscole
a - ą - b - c - ć - d - e - ę - f - g - h - i - j - k - ł - m - n - ń - o - ˇ - p - r - s - ś - t - u - w - v - x - y - z - ż - ź.



Alcune semplici parole
Partiamo dalla prima in assoluto: il saluto informale 'Ciao'. Si scriverebbe con la ś e la ć, esattamente 'Cześć' ma noi, non potendo utilizzare con facilitÓ i loro caratteri peculiari avendo una tastiera con layout italiano scriveremo pi¨ semplicemente -con la quasi certezza di essere capiti- 'Czesc', di seguito altre semplici parole o brevi frasi:

Ciao = Czesc (si scrive: Cześć - si pronuncia: )
Come ti chiami? = Jak masz na imie?
(si scrive: jak  masz na imię - si pronuncia: gliach marsc na imie)
Come stai? = Jak sie masz? (si scrive: jak się masz - si pronuncia: gegn quie)
Grazie = Dziekuje (si scrive: dzi
ękuję - si pronuncia:)
Prego = Prosze (si scrive: proszę - si pronuncia: prosce)


Se conosci la lingua polacca e vuoi collaborare
alla stesura di questa pagina,
il tuo prezioso aiuto sarÓ molto gradito.
(info @ heoos . org)



 



 


 NEWS

Walesa sarebbe pronto a lasciare Solidarnosc
VARSAVIA - 12 Aprile 2005
Sarebbe pronto a restituire la sua tessera Lech Walesa, il fondatore storico del sindacato polacco Solidarnosc. Il motivo sarebbero le divergenze fra lui e l'attuale dirigenza sulla partecipazione del presidente polacco Aleksander Kwasniewski, alle celebrazioni per i 25 anni di Solidarnosc, previste per fine agosto prossimo a Danzica. Walesa e Kwasniewski, avversari dal 1995 quando il candidato della sinistra e' prevalso su Walesa nelle presidenziali, hanno fatto pace solo venerdi' scorso a Roma durante il funerale di Papa Giovanni Paolo II. Ieri Walesa a sorpresa ha dichiarato di avere intenzione di invitare Kwasniewski alla cerimonia del 25/mo di Solidarnosc, ma l'idea non e' piaciuto all'attuale dirigenza del sindacato.


PAPA: si riconciliano a Roma i polacchi Kwasniewski e Walensa
CITTA' DEL VATICANO - 08 Aprile 2005
Davanti alla bara di Giovanni Paolo II si sono riconciliati il presidente polacco Aleksander Kwasniewski e il suo predecessore Lech Walensa. Lo ha annunciato oggi lo stesso Kwasniewski al suo ritorno a Varsavia da Roma. 'Il papa ha ottenuto ancora una vittoria - ha detto Kwasniewski - durante il nostro soggiorno a Roma con l'ex presidente Walesa, abbiamo aperto un dialogo sulla Polonia. Giovanni Paolo II sarebbe fiero di noi". 


RITIRO POLACCO DAL 2005
VARSAVIA - 15 Ottobre 2004

źNon resteremo in Iraq un'ora in pi¨ di quanto sia ragionevole╗. Lo ha detto il primo ministro della Polonia Marek Belka in un discorso in Parlamento prima del voto di fiducia al suo governo di minoranza. źNon resteremo in Iraq un'ora in pi¨ di quanto sia ragionevole e di quanto sia necessario per centrare l'obiettivo della nostra missione: restituire l'Iraq al popolo iracheno e dare sicurezza al mondo╗, ha detto Belka. La prima riduzione del contingente polacco di 2.500 soldati prenderÓ il via all'inizio del 2005. Negli ultimi tempi Varsavia aveva parlato del ritiro dall'Iraq in termini generici, ponendo comunque come termine ultimo la fine del prossimo anno.

[ Fonte: Corriere della Sera 15/10/04 ]

 




    
 

Copyright: pagina copyleft
 Ultima modifica: 15/02/2006
 AMICI della POLONIA

1999-2005
HEOOS.it

statistiche accessi eventuali argomenti correlati:


www.HEOOS.it  www.heoos.ORG  www.heoos.NET  www.heoos.COM